N'atu Moon

by Gheto & McNew

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €5 EUR  or more

     

1.
03:26
2.
03:51
3.
4.
03:33
5.
03:19
6.
7.
8.
02:21
9.
10.
11.

about

Il disco "N 'atu Moon" é immerso da luce lunare e i suoni e le parole fuoriescono dal buio, scolpiti come " Le Sette Opere di Misericordia" di Caravaggio (non a caso dipinto a Napoli). Il disco inizia con un beat spaziale dell' omonimo pezzo "N'atu Moon - Illuminare l'altra faccia della luna" quello che fanno Mc New e Gheto non é altro che descrivere il lato oscuro delle microrealtà del degrado spirituale e materiale della metropoli,qualche volta evidenziando un barlume di luce. Siamo di fronte ad un concept album la cui filologia diventa più accessibile se ascoltato in ordine cronologico.
-Facce Scure- Quello che negli anni 70 si chiamava "riflusso", il mal di vivere che estranea, che scolora (che non ha scuse, ma cause) è ben descritto da una nostalgica e sospesa melodia in loop dove la pesantezza del ragionamento nelle strofe viene esorcizzata da un dolce canto nel ritornello.
La Legge Del Perdente - l' atmosfera é electro-jazz diventa jazz-hop grazie al flow che spadroneggia e le metriche a volte in controtempo, a volte sincopate, sono in perfetta armonia con il sound. Tra una distorsione e l' altra le frequenze portano su -MonotoRadio.-
Dove l'urgenza della critica è scagliata contro le imposizioni del mercato musicale in cui persiste ancora la subdola logica che le cose per piacere devono essere frivole, come se non fosse una logica imposta,e da qui -MonotoRadio- diventa CamorRadio.
-Surrise-Allevia il dolore; per l'energia con cui è espressa questa canzone si potrebbe definire una bella canzone d'amore, nel senso audace del termine, forse dedicata alla musica, forse ad una donna, forse ad entrambe. Come per parafrasare il"flusso di coscienza"di James Joyce siamo in -Flusso d'Incoscienza.- L' ironia sul fanatismo religioso su una labile spiritualità giocano a tempo..è un gioco metrico veloce, la tecnica è strutturata dalle semantiche sonore senza coprire i contenuti che scorrono veloci dal finestrino di un treno in corsa, sembra che il sound sporco quasi glitch-hop faccia fatica a seguire l' mc, si ha giusto un risucchio spazio temporale in cui compare Massimo Troisi che rimprovera Dio, poi si corre di nuovo ," Bella Dio, Bella Addio". Il tempo rallenta in una nenia hip-hop, infatti si prosegue camminando. Passo dopo Passo- incontrando l'Mc Iengo "firmando l armistizio a piedi scalzi", ci sono suoni da cifrare dentro -N.A.M- prima di arrivare alle -Verità Sbattute in Faccia- con Ow-Jay. Come tradizione vuole, il rap continua ad essere la voce degli emarginati, della critica politica senza necessitare schieramenti di partito, dove la necessità e' più empatica che ideologica, prendendo le distanze dal sistema societario (Demon-cratico).
Senza alcuna retorica ma semplicemente con i mezzi che ha, in questo pezzo raffiora l'etica della cultura hip-hop che tramite le sue discipline tra le tante cose, ha sempre avuto anche lo scopo di migliorare il mondo e in alcuni, per fortuna, questo retaggio è rimasto vivo.
E'ora di andare con Onirico -Oltre La Frontiera-, questa traccia la si potrebbe spiegare con una citazione dal film "La Grande Illusione " di J. Renoir : «Le frontiere non si vedono mica. Sono un’invenzione dell’uomo: la natura se ne fotte!». Ed e' proprio in questa ragnatela creata dall uomo in cui ci si intrappola, in un pessimismo psico-cosmico i tre mc's cavalcano il beat come i guerrieri dell'apocalisse (ricordando un po'le atmosfere presagistiche di Violent by Design dei Jedi Mind Tricks). In -L' Uno Per l'Outro- si guarda "il mondo a volto nudo", l'oscurita' prende forma in -LoOp Mannari- con un beat fantasmagorico che ricorda vagamente le distorsioni di Johnny from the Hospital dei Company Flow. La notte pare stia per dissolversi col funk astrale di -Sulla Cresta dell'Ombra-, il cielo si solleva e gli mc's guardano giù, si alternano fluidi, va avanti così..finisce, senza una fine, facendo intendere che è appena iniziato il viaggio da N'aTu MoOn . . .
di Yuri Silvestro

credits

released April 15, 2016

tags

license

all rights reserved

about

Soffitta Prod. Naples, Italy

contact / help

Contact Soffitta Prod.

Streaming and
Download help